Cammino Tra il Lago di Piediluco e Castelluccio di Norcia 2017

Condividi
Share

Dal 16 al 23 settembre la prima edizione del Cammino tra il Lago di Piediluco e Castelluccio di Norcia

Questo   viaggio  nella valle solcata dal fiume Nera fa parte di un itinerario più lungo che deve raggiungere le Marche passando per la catena dei Sibillini sino a finire dalle parti del lago di Fiastra.
Il cammino è stato pensato prima dei tragici eventi del mese di agosto dell’anno scorso ma è stato come se il terremoto ed il suo messaggio di forza distruttiva  avesse  reso ancora più necessaria la ricerca  di risollevare con atti concreti e solidali  questa magnifica parte di Umbria. Basterebbe poco a primo impatto, solo alcuni gesti semplici per   riscoprire la parte più intima di questa  bellissima terra dedicandogli il  tempo e ritmo necessario.

Camminare è forse  una  dimensione  adeguata perché ha in sé il concetto di attenzione  e vigilanza e  perché cerca  di soffermarsi sui tanti  e variopinti aspetti di  bellezza della Valnerina che si potrebbe  definire   semplice ma composita.

 

Per questo e per il piacere di camminare insieme parte questa nuova avventura organizzata dall’Associazione L’Olivo e la Ginestra e siete invitati dal 16 al 24 settembre alla prima edizione di questo  cammino tra Lago di Piediluco e Castelluccio di Norcia.
Sono circa 138 km con più di 6500 metri di dislivello diviso in otto  tappe che variano dai 14 ai 20 km. e con dislivelli in salita che passano  dai 600 ai 1200 metri. 

Le tappe del Cammino dal Lago di Piediluco a Norcia sono le seguenti:

1° Giorno: 16 Settembre –   Lago di Piediluco-Arrone: km. 16 – 600 metri dislivello –   Agriturismo Fiocchi

2° Giorno: 17 Settembre –  Arrone – Macenano : km. 18,1  – 694 metri –  I Tre Archi

3° Giorno: 18 Settembre – Macenano – Monte San Vito: km. 15 – 700 metri – Agriturismo Zafferano e dintorni

4° Giorno: 19 Settembre – Monte San Vito Gavelli: km. 17 – 832 metri – Agriturismo Zafferano e dintorni

5° Giorno: 20 Settembre –   Gavelli – Monte Coscerno- Castel San Felice – Vallo di Nera: km. 18,5 – 750 metri –  Agriturismo Zafferano e dintorni

6° Giorno: 21 Settembre – Vallo di Nera – Borgo Cerreto: km. 17,89 – 1.152 metri –  Il Casaletto Marco e Carla

7° Giorno: 22 Settembre -Borgo Cerreto – Castelvecchio – km. 20,50 – 780 metri – Il Collaccio

8° Giorno: 23 Settembre – Campi  – Castelluccio di Norcia: km. 15,00 – 1118 metri

 

Totale 138 km  6.626 metri di dislivello in salita

 

Faremo su e giù dalle rive del lago e del Nera sino alle varie cime del Monte dell’Eremita, del Monte Coscerno e del Monte Patino e ci addentreremo con lentezza nelle diverse asperità di queste territorio.

Attraverseremo borghi più o meno noti come Arrone, Castel di Lago, Ferentillo, Gavelli, Macenano, Ceselli, Civitella di Scheggino, Monte San Vito, Gavelli, Castel San Felice, Vallo di Nera, Mucciafora, Ponte, Borgo Cerreto, Cerreto di Spoleto, Triponzo, Castelvecchio di Preci, Campi e Castellucccio.

Scopriremo testimonianze storiche ed artistiche e della tradizione orale custodite nelle chiese, abbazie e piccoli musei (Cascata delle Marmore, Museo delle mummie, abbazia San Pietro in Valle, Museo della Canapa, Museo della tradizione orale ed altre sorprese); purtroppo   una parte importante di queste testimonianze attualmente sono andate perdute. Poi, il che non guasta, tra erbe spontanee, tartufo, trota, maiale, mele, miele, zafferano, lenticchie, marmellate, salumi e formaggi, da queste parti non si scherza con le prelibatezze culinarie.

Ci addentreremo, infine, in punta di piedi fra boschi di varia natura, pascoli, rocce  e cercheremo di comprendere in profondità  da dove nasca quella sapienza mista a rudezza che  sa   accogliere sino a divenire  gentilezza d’animo delle genti che  abitano questo meraviglioso territorio.
Poi, dopo le avversità  del terremoto , questo andare su e giù per la Valnerina è  forse un piccolo gesto  tangibile di vicinanza e solidarietà  che siamo  sicuri gli abitanti di questa terra sapranno apprezzare e canzonare un po’ come piace a loro.

Siete invitati a partecipare  numerosi  anche se il gruppo non potrà  essere gigantesco stante le problematiche dell’ospitalità lungo la via. Per maggiori informazioni il contatto è Louis Montagnoli tel. 347/1715155 – louismontagnoli@libero.itlmontagnoli@cmtrasimeno.it.

Lascia un commento