CASTELLI E VILLE DEL PERUGINO: CASTELLO DI COLLE SAN PAOLO

Condividi
Share


(contado di porta eburnea)

Questo piccolo castello di forma ellittica, ancora abitato, è situato su di una collina a km.3 dalla strada maestra per castrum plebis, attuale pievaiola. Se non fosse per le auto parcheggiate, in questo luogo il tempo sembra essersi fermato al Medioevo: l’arco d’ingresso e la cinta muraria intatta fanno si che le abitazioni sono tutte all’interno del castello.
Le notizie più antiche di questo insediamento si hanno solamente alla fine del XIV secolo, quando gli abitanti chiedono e ottengono sgravi fiscali al consiglio di Perugia.
Il nome di san Paolo non deriva dall’adiacente chiesetta, ora in fase di ristrutturazione e dedicata alla Madonna delle Grazie, bensì all’antico monastero distante dal castello circa 500 metri.
L’attuale chiesa del monastero è ottocentesca, ma un documento, ora smarrito, del 1134 attestava la fondazione della chiesa dedicata a San Paolo, Santa Croce e Santa Mustiola, patrona di Chiusi. A quel tempo questa porzione di territorio gravitava sotto l’influenza chiugina.
Ma la interessantissima cripta ci suggerisce una fondazione ancora più antica (X-XI secolo) quando in questo luogo si insediò una comunità benedettina.
La cripta ha tre absidi laterali, un’unica navata divisa da 4 colonne, in un capitello vi è una iscrizione romana; purtroppo è stata invasa dalle sostruzioni ottocentesche per innalzare la nuova chiesa.
Dal 2004 vi risiedono due suore clarisse e il luogo è titolato con il dolce nome di “Eremo della vergine della tenerezza”.

Lascia un commento