Soggiorno ed escursioni sulle montagne abruzzesi

Condividi
Share

Jovana
Arrivare a Jovana è già un viaggio; ci si può sentire quasi sperduti fra quei monti e quelle tortuose vie che da Anversa degli Abruzzi portano a Scanno fino a Jovana.

Poi se si ha la ventura di venirci d’inverno con la neve ed il ghiaccio Lei diviene una meta ancora più complicata ed impervia.

Là abbarbicata sotto le pendici di quella corona di monti intorno ai 2000 metri, fra cui la Sparvera ed il Greco, vivono Liborio e tutta la famiglia.

Appena entri a contatto con il loro mondo sentì calore, accoglienza ed il piacere di sentirti per un attimo preso quasi per mano. Ebbene miei cari compagni di ventura, lasciamoci guidare.

Suvvia andiamo alla scoperta di quegli orizzonti che ad occhio inesperto potrebbero sembrare avere minore ampiezza di vedute.

Però avvicinandosi a piè pari alla filosofia di quel peregrinar antico l’impressione è quella di una foto come gualcita dal tempo; rimane forse quasi lontana da quello nostro fin troppo sincopato e convulso. Invece è fin da subito chiaro od addirittura certo, termine da adoperare con grande parsimonia, che qui abbiamo molto da imparare.

Pervade insomma in questi luoghi che sembrano lontani sia fisicamente che emotivamente un senso di serenità che ammanta. Pure i cani pastori ti scodinzolano gioiosi. Certo nulla avviene per caso, la si conquista con la fatica del lavoro quotidiano.

È un messaggio che, ai più raffinati, potrà sembrare assumere sembianze di semplicità fin troppo marcata; invece alla fine lui arriva e buca lo schermo delle nostre spesso immature lontananze virtuali.

Insomma basta poco per sentirsi accolti, la tavolata in famiglia dopo una dura giornata di lavoro, sa esprimere il suo primordiale valore etico e morale.

Spesso noi purtroppo abbiamo un po’ perso questo senso di Comunità ma oggi siamo qui pronti per ripassare la lezione.

Questo momento sarà, sono convinto, compreso da tutti noi e potrà essere rivissuta con pienezza l’esperienza perché abbiamo la voglia di comprendere ed apprendere.

Grazie a te Liborio e tutta la tua famiglia per averci dato questa opportunità!

Sappiate che torneremo presto perché forse ci vuole un po’ di tempo per ritrovare l’essenza di questo stare in pace e serenità con il luogo in cui si vive e si lavora con passione senza andare troppo appresso alle esigenze della modernità ed i suoi meccanismi talvolta perversi ed alienanti.

Grazie ancora. Louis

 

 

   

Lascia un commento