Sabato 18 Febbraio: La gran camminata tra il Pian del Tevere e il Chiascio

Condividi
Share

Sabato 18 febbraio: La gran camminata tra il Pian del Tevere e il Chiascio.

 

Appuntamento ore 15,00 al parcheggio davanti a Santino L’Arte del Pane, Bocci, Caltiber nei pressi dell’uscita E45 di Montebello.

Partiremo per una piacevole passeggiata lungo le grandi anse del fiume che lentamente ci portano a Torgiano e da lì verso il percorso dei Mulini per andare lungo il Chiascio e il mormorio d’acque delle sue rapide.

In ascolto dell’acqua Vita, dell’acqua Memoria, dell’acqua che nutre, irrora, scava, modella, esalta e spinge. Andremo per il sentiero tra i campi e il fiume con la torre e il campanile che ci guideranno e accompagneranno dall’alto.

Con la torre di Giano che è sentinella antica e vigile dell’abbraccio fraterno fra il Chiascio e il Tevere che qui avviene. E arriveremo fino alla confluenza, dove si cementa il patto e le acque si mischiano, sotto il millenario sguardo di Giano, dio dei passaggi e degli incontri, dio della mescolanza, dell’unirsi per divenir più forti e saggi. Dall’unione dei due fiumi, sacra ai romani e a tutti popoli antichi che qui son passati risaliamo al borgo e torniamo al Tevere perugino.

Cammineremo per circa 3 ore e 30 minuti per 10 km, dislivello 77 m.

Per informazioni: Giannermete Romani – romaniermete@gmail.com – tel. 3471148395

Lascia un commento