Presentazione della raccolta di poesie Una piuma sul cuore di Anna Maria Bolletta

Condividi
Share

Presentazione della raccolta di poesie Una piuma sul cuore di Anna Maria Bolletta.

Giovedi 5 luglio, ore 18, Biblioteca Comunale S. Matteo degli Armeni di Perugia in collaborazione con l’Associazione Culturale L’Olivo e la Ginestra.

Presentazione e letture a cura di Giannermete Romani e Mattia Fagiolari.

Anna Maria Bolletta presenta al pubblico, per la prima volta, la sua raccolta di poesie Una piuma sul cuore, accompagnandoci in un viaggio nel profondo del nostro essere, lungo i sentieri impervi del sentimento d’amore che è vita densa e mai scontata, lungo strade conosciute per sofferta esperienza, per aver compiuto il percorso fin in fondo. Per aver raggiunto la cima ed esserne scesa più volte.

E’ sempre credibile la voce poetica che unisce i grani della collana della sete. Sete d’amore che si placa di passione e sguardi per ritornare ad essere a volte bruciante di una nuova arsura a volte placata in un mare vasto che contiene e culla.

Lo sguardo è femminile, illumina la dignità, il tradimento, il superamento del dolore senza sconti o soluzioni facili. La parola è dosata, emerge con nettezza raccontando d’un suo viaggio lungo, di un suo sgorgare da sorgente che attinge a minerali e a sedimenti antichi. Sa di vita sofferta e di saggezza acquisita attraverso le brevi gioie e i lunghi dolori. Lavora per una felicità che si faccia condizione di vita, che emani da consapevolezze e esperienze. Trasformando il veleno in medicina.

Poesia che si fa carne e materia, grande come il cuore che l’ha covata e nutrita.

Poesia liquida e intensamente femminile, manuale d’amore per gli uomini che vogliano guardarsi dentro per vedersi davvero, fino in fondo, senza infingimenti, per conoscersi e riconoscersi aprendosi all’altro. Per incontrarne la natura, la differenza, l’aguzzo e il tondo, il contorno vero. Non per afferrarlo e possederlo, per trattenerlo e inglobarlo, per appropriarsene per sempre. Non esiste il per sempre, esiste l’adesso che insieme si può costruire e di cui si può godere e gioire.

Per amare davvero, senza sosta, senza paura, senza ansie e sotterfugi.

‘Stanotte c’è troppa luce.
La mente è accecata dal pensiero di te
e non dorme.
Anche il cuore è insonne,
mentre presta attenzione al suo battito.
E s’agita nell’ombra dei miei sospiri
in uno sguardo che si fa ansioso
a cercar nel cielo una stella che cade.
L’unica che porti il nome tuo.’

Lascia un commento