Domenica 29 Gennaio 2017 – La Gran Camminata di San Costanzo

Condividi
Share

LA GRAN CAMMINATA DI SAN COSTANZO

I santi han tutti camminato assai.
Le cronache narrano dei cammini attraverso l’Europa di Francesco. Tanta strada nei suoi sandali e polvere e vento. Per trovare la via giusta andar si deve e molto e poi chissà.
E’ anche per questo che – sospesi tra santità e sanità – l’Associazione Culturale L’Olivo e la Ginestra organizza per domenica 29 gennaio 2017, nel dì del Costanzo patrono, la Gran Camminata di San Costanzo.

L’appuntamento è alle ore 8,45 al parcheggio del PalaEvangelisti (il lato che guarda verso Ferro di Cavallo e Città della Domenica).
Da lì ci muoveremo per una camminata dedicata alla città di Perugia e a i suoi umori, ai suoi tremori e ai suoi sopori. Lo faremo con la sensibilità e l’attenzione che le amiche e gli amici del Piedibus fanno con grande cura e premura tutto l’anno.

Attraverseremo il corpo vivo della città, il suo organismo pulsante, scopriremo ahimè che alcuni organi vitali, le scuole, son tra i luoghi più pesti e grigi e maltrattati e questo ci darà la misura triste di quanto poco vogliam bene ai nostri ragazzi oltre la retorica dei populisti. Ma noi siamo ottimisti.

Partiremo da Pian di Massiano e svieremo per sentieri laterali per poi prendere per l’Ostello e il Parco Chico Mendez.
Affronteremo festosi la Stazione con le sue occlusioni e preclusioni e i luoghi che in un tempo triste ci sono usciti dal cuore, andremo tra via del Fosso e via del Macello seguendo a tratti il rosso serpente budello. Troveremo marciapiedi colorati e muri parlanti colmi della misura degli eterni infanti. L’occasione esser potrebbe di innamorarsi di nuovo della città sommersa, della vita che negata s’è persa. Saliremo per l’artistico Liceo e al bel cavallo facendo marameo di Verbanella calcherem le vie tra gli alberi della vita verdi spie. Prossimi al borgo antico per vicoli andremo per emergere come l’acqua al dì sereno e alla Fontana. Da lì giù per le dritte vie che alla chiesa di San Costanzo vanno, quindi a Sant’Anna e al suo parco lieve e lenti come neve giù di nuovo al piano chiedendoci cosa può fare di una città un luogo felice. Una comunità di vita e di destino, uno spazio per essere appieno, senza paure, ciò che si può, ciò che si vuole.

La camminata è lunga circa 11 km, si svolge tra i parchi, la città e i sentieri invisibili che la percorrono.
Staremo in moto circa quattro ore.

L’iscrizione alla singola camminata dell’Associazione Culturale L’Olivo e la Ginestra è di € 5, l’abbonamento annuale, che vale per tutte le camminate del 2017, € 25.

Per informazioni e incoraggiamenti: Giannermete Romani – romaniermete@gmail.com – 3471148395

Lascia un commento