Domenica 18 Dicembre – Escursione Castel San Felice

Condividi
Share

Appuntamento alle ore 9,00 ancora in Valnerina davanti alla chiesa dei Santi Felice e Mauro di Castel San Felice. Da lì partiremo per una bella passeggiata verso Vallo di Nera passando da Selva Grande.

Visiteremo l’antico borgo di Vallo e torneremo a Castel San Felice passando per il tracciato della Vecchia Ferrovia Spoleto – Norcia. Passeggiata non impegnativa e molto varia, infatti si passerà dal bosco e dalla “montagna”, toccando uno dei nostri borghi più belli e tornando a valle per un tracciato che evoca storie e bei ricordi. Al ritorno pranzo-degustazione in allegria e convivialità presso l’Azienda Agricola Balli Rita, letture e racconti in compagnia e esposizione di prodotti locali in occasione delle Festività Natalizie.

Passeggiata di circa 8 km con 200 m di dislivello .

Prenotazioni per il pranzo-degustazione a € 20 entro le 12,00 di sabato 17 dicembre: Giannermete Romani – romaniermete@gmail.com – 3471148395

Rita, Claudio, Marta e Luca di Zafferano e Dintorni ci accoglieranno a casa loro. Rita di Castel San Felice e Claudio trentino, insieme più di 30 anni fa hanno deciso di restare in Valnerina per non abbandonare i pochi terreni di famiglia e per costruire famiglia e futuro qui.

Così è nata la piccola, per non dire micro, Azienda Agricola Balli Rita, dove si producono mele in due frutteti uno con varietà più comuni e moderne e uno con le varietà autoctone, zafferano nel prezioso zafferaneto itinerante, un po’ di ortaggi ed un pochino di olio dagli olivi che abbiamo.

Data la microscopicità dell’azienda il diventare, piano piano, anche Agriturismo e Fattoria Didattica sono divenute delle necessità e delle opportunità per Marta e Luca.
Per seguire la passione di quest’ultimo hanno costituito un parco mountain bike con 25 biciclette, pronte per il noleggio e per realizzare delle escursioni guidate da Luca e Claudio negli splendidi dintorni.
L’attività di fattoria didattica si rivolge a grandi e piccini organizzando pomeriggi per famiglie, giornate dedicate alla ricerca ed al riconoscimento delle piante spontanee commestibili, esperienze didattiche tra le nostre colture e nel territorio con le scuole e non solo. Siamo molto piccoli, come ripetuto fino all’esasperazione e cerchiamo di darci da fare e resistere in questa Valle che seppure un po’ difficile ed ora ferita, tanto amiamo!

Lascia un commento