Domenica 14 Agosto 2016 – Escursione a Montemelino

Condividi
Share

13895472_632969000187410_709614347567962276_nUmbria bellissima!

L’isola Polvese vista dagli olivi di Montalcino di Magione, sabato 13 agosto.

Domani, domenica 14 agosto, scenario simile. Vi invitiamo all’appuntamento con le camminate di Tramonti d’estate, organizzate dall’Associazione Culturale L’Olivo e la Ginestra. L’appuntamento è alle 16,45 a Montemelino nei pressi della chiesa.

In cima a una caratteristica collina (m 347) il castello di Montemelino occupa una posizione strategica. Da questo insediamento si è intitolata la famiglia dei Montemelini, una delle più antiche famiglie perugine. Indicato come castrum a partire dal secolo XIII, in esso nel 1282 si censirono 40 fuochi per una popolazione ipotetica che si aggirava intorno alle 200 persone. Sulla piazza del piccolo borgo sottostante si erge il santuario dedicato alla Madonna di Lourdes. Da lì partiamo imboccando una strada in salita che va verso il cimitero e diventa un sentiero che si inoltra nella macchia costituita in prevalenza da leccio, corbezzolo, ginestra, ginepro, erica, viburno e cisto.

La salita , tutta all’ombra, porta verso il monte Penna. In cima si incrocia un sentiero di crinale e si svolta a sinistra in direzione della edicola con croce che si intravede poco più in alto. Giunti alla croce (m. 496) si apre un paesaggio vasto verso Perugia e l’appennino a oriente e il Trasimeno e la Toscana a occidente.

Torniamo indietro per un tratto breve percorrendo un sentiero di cresta che in discesa ci porta verso Montesperello. Qui sorge il castello attestato fin dal 997, quando Ottone III ne confermava la proprietà al monastero di S. Gennaro di Campoleone, l’attuale Capolona vicino ad Arezzo, da esso si è intitolata la famiglia dei Montesperelli, anche questa tra le più antiche della città di Perugia. Gli abitanti di Montesperello, nel 1287, parteciparono alla bonifica della pianura sottostante insieme agli uomini di Montemelino e Pian di Carpine. Si riparte andando per sentieri mossi per tornare al punto di partenza.
L’itinerario è lungo circa 8,5 km, il dislivello di m.250, si percorre in 3 ore comprese le soste.

Lascia un commento